Main Page Sitemap

Castello punta troia marettimo


A metà Ottocento gli abitanti di Marettimo lasciarono le grotte e cominciarono a costruire le loro casette di tufo.
Cenni Storici annunci brescia girl sul, castello, secondo la storiografia locale, sullaltopiano scosceso di, punta, gogol bordello last one goes the hope lyrics troia, i Saraceni costruirono una torre di avvistamento, probabilmente coeva a quelle costruite.
Nel XII secolo Ruggero II, re normanno di Sicilia, fortificò le postazioni difensive delle Egadi, tra le quali la torretta di, punta, troia ; ma fu nel 1600 circa che gli Spagnoli edificarono lattuale castello, dotandolo di una grande cisterna per la raccolta dacqua.E poi il napoletano Ferdinando Giannone Carmine Curzio, il palermitano Bartolomeo Milone, il sacerdote don Pasquale Barbieri e larciprete Vincenzo Guglielmi (o di Gugliemo) di Andretta, in provincia di Avellino, trucidato nella fossa assieme allavvocato Nicolò Tucci per un gioco di parole malamente vecchie puttane com interpretate dai.A differenza dei forti di, favignana, il castello di, punta, troia è stato recentemente ristrutturato ed è aperto al pubblico.La cisterna, detta la Fossa, venne successivamente adibita dagli stessi Spagnoli a prigione per i reati più gravi.Il castello di Punta Troia venne costruito per opera dei saraceni nel IX, i quali lo adibirono a torre di avvistamento sul mare. .Coordinate GPS : Latitudine:.992227 Longitudine:.063474.
Larea inferiore è costituita da un unico ambiente.
Un altro autore che parla del castello di, punta, troia è Guglielmo Pepe, che vi fu recluso durante i primi anni dell 800.




Secondo la storiografia locale, sullaltopiano scosceso di, punta, troia, i Saraceni costruirono una torre di avvistamento, probabilmente coeva a quelle costruite a Favignana e a Levanzo, successivamente tale torre di avvistamento fu convertita da Ruggero in un castello.Durante le due guerre mondiali il castello fu usato come presidio militare e successivamente abbandonato.Al castello di, punta, troia si può arrivare percorrendo il sentiero realizzato dalla Forestale, anche se non è molto adatto per i bambini, è senzaltro lideale per chi ama le passeggiate nei sentieri di montagna.Larea del castello che merita particolare attenzione è quella che venne definita la tremenda fossa. .Nel 1651, al largo tra Marettimo e Levanzo, verso nord-est, venne trovato un grosso banco di coralli, e lisola ospitò le barche dei corallari trapanesi, che passavano la notte allo Scalo Maestro, sotto la protezione della guarnigione del Castello di Punta Troia.Poi attraverso una scalinata si giunge ad un androne dal quale attraverso un passaggio stretto si arriva ad una nuova gradinata che conduce al piano superiore, dove sono presenti diverse stanze.Il castello di, punta, troia è sito nellomonimo promontorio dellisola.Dista a circa 3,5 km dal paese ed è raggiungibile percorrendo un sentiero sterrato. .Le case vacanza, le ville e gli appartamenti disponibili per un soggiorno a Favignana.



Sul perimetro che circonda il castello vi è una cisterna e si può ipotizzare che sia quella che il Pepe citava come cella di reclusione, l piano inferiore è costituito da un solo ambiente e da una scalinata che conduce al piano superiore a cui.
Dal settembre del 1822 al giugno del 1825 la fossa di Marettimo ospitò il marchigiano di SantAngelo in Pontano Nicola Antonio Angeletti, carbonaro oppositore del Regno di Napoli, che ci ha lasciato una dettagliata pianta da lui stesso disegnata su come era organizzato il forte.


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap