Main Page Sitemap

Prostituzione a cesena


prostituzione a cesena

La ragazza ha raccontato di essere stata portata in Italia con l'illusione di un lavoro serio e, invece, si era ritrovata a casa di questi due conviventi che la volevano iniziare alla prostituzione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce: Accedi, registrati.Prima di utilizzare i les trois palmes a la valentine nostri servizi, l'utente è tenuto a leggerle attentamente.La Polizia sta combattendo con tutte le carte a propria disposizione il ritorno delle prostitute in strada a Forlì.Nella giornata di sabato, invece i controlli hanno riguardato via Lughese, via Ravegnana, la zona industriale, via Cervese e ancora la zona dei Portici, della stazione e di viale Vittorio Veneto."Attualmente i due si trovano in carcere - ha concluso il tenente Fabio Armetta, comandante del Norm dei Carabinieri - ma non è finita.La base, secondo le indagini, era a Cesena dove abitavano i due conviventi rumeni (lui 40 anni, lei 30) svolgendo in apparenza una vita normale, al di sopra di ogni sospetto.Il fine settimana si recava a casa dei clienti per cifre non inferiori ai 500 euro. .I Carabinieri se ne sono resi conto qualche mese fa, nello scorso settembre del 2017, quando hanno raccolto per strada una 19enne rumena che stava scappando terrorizzata.
L'indagine tra Madrid e Forlì ha portato all'arresto di due coniugi per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dellimmigrazione clandestina.
Così si sono moltiplicati negli ultimi giorni i controlli e i blitz delle due zone nevralgiche, fino ad arrivare a un bilancio di 15 provvedimenti disposti dal questore per allontanare le donne trovate in strada pronte a vendere il proprio corpo: fermate in varie circostanze.




Una di loro, trovata nonostante in foglio di via ancora in azione, è stata denunciata.Per salvare o visualizzare le tue Ricerche devi accedere all'area I miei annunci.Abbiamo aggiornato le, condizioni d'Uso e le, regole sulla Privacy, al fine di adeguare il nostro sito alle nuove funzionalità offerte agli utenti.In questa giornata 44 persone e 21 veicoli controllati nei quattro posti di blocco predisposti dalla Polizia di Stato.Una mossa per cercare di spegnere sul nascere il proliferare di questo fenomeno, sicuramente poco piacevole in due zone abbastanza centrali della città.A occuparsi del settore pubblicità, ovvero a curare gli annunci sui siti dedicati a questi incontri hard a pagamento ogni volta con nomi e descrizioni diverse, era la rumena, mentre lui teneva dietro a tutta la parte economica.Indagini durate qualche mese e che lunedì hanno portato in carcere, su un'ordinanza di custodia cautelare, la coppia di rumeni per i reati di sfruttamento della prostituzione, violenza sessuale e autoriciclaggio di denaro.Uno spettacolo che le forze dellordine non hanno voluto lasciare passare sotto traccia.L'aumento del numero di donne che si prostituiscono ogni sera ai bordi della SS16 Adriatica, registrato nelle ultime settimane anche a Cesenatico, ci impone di adottare attività di contrasto.Da lì sono partite subito le indagini.
E' stata sventata dai carabinieri una rete di prostituzione organizzata su alcune città (Imola, Cesena, Perugia e Città di Castello) che fruttava ai due organizzatori oltre 25mila euro al mese.
A Cesena, ogni tanto, operava la convivente del rumeno (anche lei finita in carcere) che secondo quanto ricostruito dai carabinieri avrebbe avuto una clientela molto "alta".


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap